Passa ai contenuti principali

Eccellenze tra i banchi di scuola

I risultati conseguiti dal nostro liceo nel corso di quest'ultimo anno

Giona Micossi in un momento di orgoglio per il suo risultato
Anche quest’anno il Marinelli ha dimostrato, in varie occasioni, di vantare studenti validi e motivati: numerose infatti sono state le competizioni a cui hanno preso parte, ottenendo ottimi risultati, alcuni studenti del nostro liceo.
Primo fra tutti Giona Micossi di 5^G, che lo scorso 8 maggio si è aggiudicato la medaglia d’oro alla XXXI Edizione Nazionale delle Olimpiadi della Matematica, tenutasi a Cesenatico dal 7 al 10 maggio.
Un altro traguardo importante è stato raggiunto da Fabio Zoratti di 5^D, che, dopo essersi qualificato alla fase nazionale delle Olimpiadi di Fisica, è riuscito ad ottenere il secondo posto, salendo sul podio per il terzo anno consecutivo, dopo un bronzo sia ai nazionali che ai mondiali lo scorso anno, e un argento, sempre nella fase nazionale, in quello precedente.
Nulla può fermare Fabio Zoratti dal partecipare alle Olimpiadi di Fisica
Rimanendo in ambito scientifico, altri tre sono stati i successi più rilevanti per il Marinelli: il 18 aprile, tra i 54 studenti che si sono sfidati a Brescia nella fase nazionale, Simone Gasparini di 4^G ha conquistato il secondo posto, rientrando tra i sei super finalisti; Riccardo Spanu della classe 5^D, invece, dopo aver raggiunto la terza posizione alla fase regionale delle Olimpiadi di Biologia, si è classificato dodicesimo a livello nazionale; Serena Della Rossa, studentessa di 4^H, ha ottenuto il secondo posto al concorso europeo NanoDiode, per il quale ha ideato il progetto di un bracciale in grado di fornire informazioni sulle condizioni biologiche e nutrizionali di chi lo indossa.
Il nostro liceo, però, vanta studenti che eccellono non solo in materie scientifiche, ma anche in quelle umanistiche.
Ne è una dimostrazione Damiano Fornasiere della classe 4^B, che si è meritato il terzo posto nel concorso “Luigi Scrosoppi” di filosofia, scienza moderna e contemporanea, cimentandosi nella stesura di un saggio sul tema “Da Galileo a Steve Jobs: due “rivoluzionari” che hanno tracciato il futuro della propria era”.
Numerosi sono stati anche i riconoscimenti ottenuti nel concorso scolastico “Tiziano Terzani”: Anna Floreani e Chiara Zilli, della classe 1^N, e Giacomo Molinari di 5^F, con i loro elaborati, si sono aggiudicati la vittoria nella sezione testi, mentre Luca de Iure, di 4^C, in quella musicale.
Questo è stato senza alcun dubbio un anno scolastico ricco di soddisfazioni, che ha visto eccellere in numerose specialità alcuni studenti del nostro liceo. La capacità di mettersi alla prova, a prescindere dal risultato finale, consente non solo di fare tesoro di nuove esperienze, ma anche di arricchire il proprio bagaglio personale: le competizioni scolastiche danno infatti l’opportunità di approfondire tematiche trattate tra i banchi scolastici sotto altri punti di vista, sviluppando in chi vi si cimenta abilità che, se sfruttate al meglio, permettono di raggiungere risultati di eccellenza.

Gaia Tempo 4^D

Commenti

Post popolari in questo blog

Moonshine, drink it all the time

di Matteo Nigris e Matteo De Cecco 5^G
Forti della recente uscita di Carnelian [2015] e della risposta fondamentalmente ottima della critica specializzata, i Kill the Vultures, duo hip hop di Minneapolis costituito da Crescent Moon (rapping) e DJ Anatomy (beat, strumentali), hanno iniziato a marzo un tour europeo che vede come grande protagonista l’Italia, in cui terranno tredici date. Una di queste, grazie al contributo di Hybrida, che si occupa dal 2003 di portare musica dal vivo in zona, è risultata essere proprio Udine, nella programmatica location del bar del Cinema Visionario. Così come il cinema unisce individui dalle più disparate formazioni culturali in uno stesso luogo, così il concerto si è dimostrato essere tutto meno che un’adunanza fra patiti di hip hop: l’11 aprile (dopo un rinvio di una settimana dovuto alla nascita imprevista del figlio di Anatomy) la “fauna” che si riunisce in via Fabio Asquini è quanto mai eterogenea, quasi insperabilmente considerata la natura avang…

Lettera al Messaggero Veneto

Giovedì 2 luglio abbiamo scritto una lettera al Messaggero Veneto in protesta ad un articolo sul Marinelli contenente informazioni imprecise e talvolta inventate, sperando di vederla pubblicata o quantomeno di ricevere qualche spiegazione. Purtroppo non è stato così e non abbiamo nemmeno ricevuto una risposta. Non ci resta allora che pubblicare qui la lettera, dando a tutti la possibilità di conoscere i veri fatti, nella speranza che, complice la viralità del web, si riesca a destare l'attenzione del Messaggero Veneto.
Caro direttore,
Le scriviamo questa lettera per esprimerle il nostro disappunto a riguardo di un articolo apparso sul vostro giornale domenica 28 giugno e intitolato Maturità 2015, gli studenti del Marinelli: "Udine addio, vado al Politecnico". Già dal titolo si capisce quale sarà il tono dell'articolo, ma il peggio arriva dopo.
L'articolo è solcato da una serie di fatti puramente inventati. La Sara intervistata ha solo detto che proverà il test di m…

Il Combattente

La storia di Karim Franceschi, un italiano che ha difeso Kobane dall’Isis


di Marco Mion 5^C
Le sue mani hanno accarezzato volti e impugnato Kalashnikov e i suoi occhi hanno contemplato i sorrisi e i lutti di un popolo che, seppur ignorato dai riflettori internazionali, combatte per conquistare la propria libertà, la pace e la democrazia. Karim Franceschi è uno scrittore e attivista politico di ventisette anni che ha combattuto contro lo Stato Islamico a Kobane tra le fila dei partigiani Curdi. E’ stato ospite d’onore, assieme al giornalista Corrado Formigli, al decimo Festival Internazionale del Giornalismo tenutosi a Perugia, in cui ha presentato il suo libro “Il Combattente”. Ha raccontato in una Sala dei Notari gremita una realtà drammatica con estrema sensibilità, elogiando i valori e gli ideali che scandiscono la vita di questi combattenti. Inevitabile il confronto tra questi uomini e donne e quei partigiani che, insieme alle forze alleate, liberarono la n…