Passa ai contenuti principali

News dalla consulta


Francesco Cojutti 3^C

La prima assemblea plenaria dei rappresentanti della Consulta Provinciale degli Studenti si è tenuta il giorno 20 ottobre presso Palazzo Belgrado, sede del Consiglio Provinciale.

All’inizio di questa lunga e produttiva mattinata, che ha visto prendere vita il nuovo consiglio provinciale, sono stati presentati all’assemblea i principali temi e compiti che dovranno essere affrontati durante questo mandato biennale. Inoltre è stato illustrato il regolamento ed è stata fatta una breve relazione da parte dei membri uscenti del Consiglio di Presidenza presenti (Nicola Petrucco, Sofia Giunta e Valerio Velardi) sul lavoro svolto da quest’ultimo nel mandato appena conclusosi.

Dopodichè l’Assemblea ha avuto l’onore di ricevere il saluto del Presidente della regione l’On. Fontanini, che rivolgendosi a questa, afferma di ritenersi onorato di poter dare il proprio sostegno ad un’istituzione come quella della CPS udinese, la quale rappresenta la validità degli studenti della sua provincia. Di seguito ha illustrato le difficoltà economiche nella gestione dell’edilizia scolastica sul territorio incontrate in questi ultimi tempi; nonostante ciò, ritiene che le scuole della sua provincia possano vantare di servizi difficilmente riscontrabili in altre località della penisola. Infine ha ringraziato e fatto i personali auguri a tutti i componenti della Consulta.

Oltre al Presidente della Provincia è intervenuto anche il Dirigente dell’ufficio VI scolastico, anch’egli congratulandosi per il lavoro svolto negli ultimi anni da questo importante organo di rappresentanza studentesca, ed entusiasta di poterci entrare in stretto contatto, in modo da poter realizzare ciò per cui noi studenti ci battiamo: un’istruzione sempre migliore e completa. Ha presenziato anche l’assessore provinciale all’istruzione Govetto, che oltre a portare i suoi più sentiti auguri all’assemblea, ha anche parlato di un tema molto caldo come il piano ridimensionamento delle scuole, che verrà trattato ampiamente dal nuovo di Consiglio di Presidenza e che riguarda molte scuole secondarie di secondo grado e non solo.

Di seguito si è passati al tema caldo della giornata: l’elezione del nuovo presidente, vicepresidente e del consiglio di presidenza per questo anno scolastico.

Come di consueto il Marinelli ha dimostrato la sua attiva partecipazione con l’elezione del vicepresidente uscente Nicola Petrucco a Presidente Provinciale con il 75% dei voti, seguito dalla rappresentante del Malignani Giada Samui Zamero.

Per quanto riguarda la carica di vicepresidente si è vista imporsi la rappresentante dello Stellini Sofia Giunta, preferita a Emanuel Oian (Percoto) e Biagio Rosso (Uccellis).

Abbiamo assistito quindi ad elezioni all’insegna della continuità del percorso già fatto gli anni scorsi, che ha visto però un rinnovamento nel consiglio di presidenza, dove sono stati eletti il sottoscritto Francesco Cojutti, Aurora Padrini (Stellini), Francesco Giura Longo (Percoto), Davide Ronco-Fucich e Irene Quaiattini, entrambe proveniente dal Ceconi.

Verso il termine della mattinata, prima che il nuovo CdP si riunisse in seduta straordinaria per trattare proprio il tema del ridimensionamento, sono stati approvati alcuni progetti già portati avanti gli anni passati, come Telethon, Studenti in sella, New Tribes e Friuli Future Forum.

La prossima plenaria della Consulta si ritroverà il giorno 19 Novembre, ma vi saranno impegni più imminenti per il Consiglio di Presidenza, a partire dai prossimi lunedì e martedì dove parteciperà assieme alle altre delegazioni delle province della regione al progetto “Adotta una scuola per Expo”, promosso dalla Saf in conclusione di un lungo percorso di collaborazione con la Consulta Provinciale udinese.

Commenti

Post popolari in questo blog

Moonshine, drink it all the time

di Matteo Nigris e Matteo De Cecco 5^G
Forti della recente uscita di Carnelian [2015] e della risposta fondamentalmente ottima della critica specializzata, i Kill the Vultures, duo hip hop di Minneapolis costituito da Crescent Moon (rapping) e DJ Anatomy (beat, strumentali), hanno iniziato a marzo un tour europeo che vede come grande protagonista l’Italia, in cui terranno tredici date. Una di queste, grazie al contributo di Hybrida, che si occupa dal 2003 di portare musica dal vivo in zona, è risultata essere proprio Udine, nella programmatica location del bar del Cinema Visionario. Così come il cinema unisce individui dalle più disparate formazioni culturali in uno stesso luogo, così il concerto si è dimostrato essere tutto meno che un’adunanza fra patiti di hip hop: l’11 aprile (dopo un rinvio di una settimana dovuto alla nascita imprevista del figlio di Anatomy) la “fauna” che si riunisce in via Fabio Asquini è quanto mai eterogenea, quasi insperabilmente considerata la natura avang…

Lettera al Messaggero Veneto

Giovedì 2 luglio abbiamo scritto una lettera al Messaggero Veneto in protesta ad un articolo sul Marinelli contenente informazioni imprecise e talvolta inventate, sperando di vederla pubblicata o quantomeno di ricevere qualche spiegazione. Purtroppo non è stato così e non abbiamo nemmeno ricevuto una risposta. Non ci resta allora che pubblicare qui la lettera, dando a tutti la possibilità di conoscere i veri fatti, nella speranza che, complice la viralità del web, si riesca a destare l'attenzione del Messaggero Veneto.
Caro direttore,
Le scriviamo questa lettera per esprimerle il nostro disappunto a riguardo di un articolo apparso sul vostro giornale domenica 28 giugno e intitolato Maturità 2015, gli studenti del Marinelli: "Udine addio, vado al Politecnico". Già dal titolo si capisce quale sarà il tono dell'articolo, ma il peggio arriva dopo.
L'articolo è solcato da una serie di fatti puramente inventati. La Sara intervistata ha solo detto che proverà il test di m…

Il Combattente

La storia di Karim Franceschi, un italiano che ha difeso Kobane dall’Isis


di Marco Mion 5^C
Le sue mani hanno accarezzato volti e impugnato Kalashnikov e i suoi occhi hanno contemplato i sorrisi e i lutti di un popolo che, seppur ignorato dai riflettori internazionali, combatte per conquistare la propria libertà, la pace e la democrazia. Karim Franceschi è uno scrittore e attivista politico di ventisette anni che ha combattuto contro lo Stato Islamico a Kobane tra le fila dei partigiani Curdi. E’ stato ospite d’onore, assieme al giornalista Corrado Formigli, al decimo Festival Internazionale del Giornalismo tenutosi a Perugia, in cui ha presentato il suo libro “Il Combattente”. Ha raccontato in una Sala dei Notari gremita una realtà drammatica con estrema sensibilità, elogiando i valori e gli ideali che scandiscono la vita di questi combattenti. Inevitabile il confronto tra questi uomini e donne e quei partigiani che, insieme alle forze alleate, liberarono la n…